SCHEDA INSEGNANTE

Maila Ermini (Quarrata, Pistoia) laurea in lingue e letterature straniere (1984); laurea in lettere (1990); laurea in filosofia (1996). Autrice, regista, attrice, blogger, insegnante di teatro e recitazione.

 

 

IL CORSO

 

PROGRAMMA

Il programma del corso di ‘Dialogo’ vuole offrire alcuni elementi teorico-pratici basilari di un argomento poco studiato.

Gli strumenti utilizzati sono attinti dalle tecniche dell’arte della drammaturgia e della sceneggiatura, e si avvalgono di studi di semiotica e linguistica sulla conversazione.

Questo l’andamento schematico del corso, che prevede una prima parte teorica,  cui sarà presto affiancata la pratica con brevi esercitazioni scritte:

 

  • Il dialogo nella realtà e storia del dialogo.
  • Analisi delle varie strutture dialogiche: domanda e riposta, alternanza e scambio, interruzione, consonanza e dissonanza; la coralità.
  • Quali sono le caratteristiche specifiche del dialogo cinematografico, e differenze con gli altri generi, in specifico il  romanzo e il teatro.
  • Le prerogative dinamiche e drammatiche del dialogo: azione, sviluppo della storia e suo movimento; climax, psicologia e  storia del personaggio; suo capovolgimento.
  • Studio del ritmo del e nel dialogo.
  • A ogni storia il suo dialogo? Tipicità e variazioni nell’andamento dialogico nella sceneggiatura.
  • Il dialogo che caratterizza il personaggio. Quale lingua e linguaggio usa il personaggio? Il linguaggio quotidiano e l’uso del dialetto, o quale parlato scegliere nel dialogo.
  • Schemi fissi:
  1. Andamento del dialogo secondo i contenuti: amore, contrasto, dissidio, confessione, racconto di un fatto, ricerca, interrogatorio, eccetera.
  2. Andamento del dialogo secondo i luoghi: in famiglia, alla stazione, in prigione, eccetera.
  3. Andamento del dialogo secondo il tempo: nell’Antica Roma, nel futuro, ma anche secondo l’età.
  • Forme del non dialogo: silenzio, sottotesto drammatico (quello che i personaggi non dicono), monologo.
  • Colori ed effetti del dialogo: drammatizzazione, ironia,  realismo, naturalezza, sentimentalismo, tessuto metaforico, effetto sorpresa, vari finali.
  • Analisi di alcune scene tratte da sceneggiature del cinema contemporaneo.
  • Esercitazioni pratiche su tema dato e/o sviluppo di brevi dialoghi.

 

 

CV

  

ESPERIENZE

Eʼ autrice di molti testi teatrali, di cui gran parte rappresentati e portati in tournée in varie parti dʼItalia.

Ha fondato il Teatro La Baracca di Prato (1993-1994).

Vincitrice del XIV Premio “Fondi La Pastora” con la commedia Matilda e del primo Premio Leopardi per la poesia di Frascati.

Lʼinfanzia negata dei Celestini, racconto teatrale sullo scandalo del noto orfanotrofio pratese, è stato pubblicato da Carlo Zella Editore ed ha vinto il Premio Selezione de Lo Scrittore dellʼAnno 2006 della Regione Toscana.

Nel 2002, 2007, 2013 e 2017 è stata premiata per la produzione e attività drammatica dallʼente nazionale artisti (Fondo PSMSAD, acronimo di Pittori, Scultori, Musicisti, Scrittori e Autori Drammatici).

Dal 2008 ha creato e cura il blog Primavera di Prato. Nel 2010 fonda la casa editrice Edizioni del TeatrinodiLegno e pubblica il testo Gonfienti, storia di una battaglia, racconto teatrale da lei stesso rappresentato, e Faccine. La nostra vita su Facebook (2013).

Eʼ autrice di canzoni, alcune delle quali segnalate al premio Bianca DʼAponte. Ha pubblicato la raccolta poetica Il rumore del tempo e il romanzo breve Ulsi e la donna italiana (Lʼeditore Libri Firenze).